Slow Cooking con Slow Mays

Written by admin. Posted in Eventi

Sarà Bergamo, Sabato 1 e domenica 2 dicembre, la sede del quinto incontro nazionale Slow Food per la rete Slow Mays. Una rete di produttori di varietà locali a impollinazione libera di mais che coltivano questo cereale per alimentazione umana, con modalità agro-ecologiche garantendo sia la storicità dell’ecotipo, che la gestione eco sostenibile dell’intera filiera dal campo alla tavola.

Sabato l’appuntamento è al Mercato della Terra di piazza Matteotti (ore 10-17), dove si potranno assaggiare, degustare e acquistare diversi mais locali: rostrato rosso di Rovetta, spinato di Gandino, scagliolo di Carenno dalla Lombardia; pignoletto rosso della Val di Cosa, rosso di Aquileia, socchievina, dente di cavallo, resiana e cinquantino dal Friuli; ottofile di Roccacontrada dalle Marche; nostrano di Piadera e biancoperla dal Veneto; ostenga, pignoletto rosso e giallo, mais ottofile dal Piemonte.

Domenica è invece dedicata all’incontro e alle conversazioni pubbliche presso la Sala Viscontea – Torre di Adalberto in piazza della Cittadella in Città Alta, che ospita inoltre la mostra «Big Picnic: cibo sicuro, responsabile e biodiverso».

Daremo quindi il nostro contributo inserendo in carta alcune elaborazioni innovative a base di questo ingrediente, ispirate a sostenibilità, rispetto per il lavoro e l’ambiente. Ecco luoghi e piatti che lasceranno il nostro segno su questa iniziativa.

Agriturismo Polisena: Stracotto di manzetta lombarda al Rosso del Lupo, cavoli in agrodolce polenta di Scagliolo di Carenno

Osteria Al Gigianca: Baccalà mantecato con crostini di polenta di Rostrato Rosso di Rovetta

Trattoria Visconti: Chisöl di Nostrano dell’Isola bergamasca -autoprodotto- abbrustolito sul fuoco con Formai de Mut

Vi aspettiamo!

Seguici